ARCHEOBIBLICA

Studiare il contesto storico e archeologico per conoscere i testi fondamentali della cultura giudaico-cristiana

La Bibbia, anche di là dalla sua valenza religiosa, costituisce un documento d’indiscusso valore letterario, artistico, storico, etc. Comprenderla adeguatamente non può prescindere dalla conoscenza del suo contesto storico e dai documenti archeologici che sono da connettersi al suo racconto.

L’Accademia Vivarium novum, che opera presso Roma, nella prestigiosa di Villa Falconieri di Frascati, un gioiello dell’architettura tardorinascimentale, apre le sue porte a quanti vogliono trascorrere una settimana residenziale per studiare, discutere, apprendere.

Settimana di Studio – Lingua italiana

Il mondo del Nuovo Testamento alla luce della storia e dell’archeologia

Villa Falconieri - da lunedì 13 a sabato 18 maggio 2019
Il programma dettagliato verrà pubblicato a breve su questa pagina.
Le lezioni saranno tenute in lingua italiana; nei dibattiti potrà essere adoperate anche le principali lingue europee.

Interventi:

  • Alberto Camplani, Università degli Studi di Roma La Sapienza
    Nag Hammadi e testi apocrifi in lingua copta
  • Umberto Curi, Università degli Studi di Padova
    La xenìa come lascito della civiltà
  • Antonio Felle, Università degli Studi di Bari
    Le citazioni dal Nuovo Testamento nelle epigrafi
  • Gaetano Lettieri, Università degli Studi di Roma La Sapienza
    Gnosticismo e Nuovo Testamento.
  • Riccardo Maisano, Università degli Studi di Napoli L’Orientale
    Come c’è pervenuto il testo del Nuovo Testamento?
  • Luigi Miraglia, Accademia Vivarium novum
    Il lessico del Nuovo Testamento
  • Erik Noffke, Facoltà Valdese di Teologia
    La letteratura del mediogiudaismo: “tra i due Testamenti”
  • Carlo Ossola, Accademia dei Lincei
    Le radici latine dell’Europa
  • Romano Penna, Pontificia Università Lateranense
    Paolo di Tarso e la cultura ellenistico romana
  • Bartolomeo Pirone, Università degli Studi di Napoli L’Orientale
    Le traduzioni bibliche in lingua araba.
  • Giancarlo Rinaldi, Universtà degli Studi di Napoli L’Orientale
    Il contesto storico del Nuovo Testamento.
    Documenti archeologici che illustrano il mondo del NT (iscrizioni, papiri, monete)
  • Chiara Sanmorì, Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale
    Principali scavi archeologici sugli antichi cristiani della Palestina
  • Ennio Sanzi, Università degli Studi di Messina
    Cristianesimo antico e culti del mistero.

Modalità di partecipazione

Il corso è residenziale e prevede un massimo di 40 studenti. Le domande di partecipazione, corredate dal modulo compilato (Archeobiblica - application form - 2019.docx - general-regulations 2019.pdf), da una lettera di motivazioni, da una copia della carta d’identità, da una fotografia recente e da un dettagliato curriculum degli studi, dovranno pervenire in formato digitale al seguente indirizzo: convegni@vivariumnovum.net entro e non oltre il 25 aprile 2019. Domande tardive potranno essere prese in considerazione fino al 30 aprile solo se il ritardo sia giustificato da gravi motivi.

Le modalità di partecipazione sono le seguenti:
A: L’Accademia Vivarium novum mette a disposizione per la partecipazione al laboratorio 15 borse di formazione che coprono i costi delle lezioni, dei seminari, delle attività culturali connesse e le spese di vitto e alloggio presso le strutture del Campus.
B: Per coloro che non rientrano tra i beneficiari della borsa di formazione, è richiesto il pagamento d'una quota complessiva per la partecipazione e il soggiorno (vitto e alloggio): € 350 da versare alla prenotazione sul conto che verrà indicato via posta elettronica ai richiedenti.

Le borse sono riservate ai giovani degli ultimi due anni dei licei, studenti universitari, laureati e docenti d’ogni ordine e grado. La borsa prevede l’obbligo di residenza e di frequenza del corso e la presentazione d’una relazione finale (max 25.000 battute) da consegnare entro il 25 ottobre 2019. All’atto del ricevimento della relazione verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

Si richiede che l’arrivo avvenga la mattina del 13 maggio, e la partenza la mattina del 19 maggio.

Previous Post