“Mutatas dicere formas”: l’eredità d’Ovidio

Chiusura dell’a. a. 2017-2018

15 giugno

15.30 Lucio Russo (Università di Roma “Tor Vergata”): Perché la cultura classica.
16.30 Enzo Pinci (Architetto): Gli esiti della visione ovidiana nell’architettura.
17.30 Rappresentazione del mito di Licaone. 18.00 Pausa.
18.30 Claudio Strinati (Storico dell’arte): Ovidio nell’arte.
19.30 Claudia Cieri Via (Università di Roma “La Sapienza”): Il progetto ICONOS sull’iconografia ovidiana.
20.30 Concerto del coro Tyrtarion. 21.00 Cena.

16 giugno

10.30 Francesco Ursini (Università di Roma “La Sapienza”): Ovidio nel cinema e teatro.
11.30 Gerardo Bianco (A.N.I.M.I. - Società Magna Grecia): Magna parens frugum, Saturnia Tellus: la sacralità della terra nella cultura romana.
12.30 Rappresentazione del mito d’Orfeo ed Euridice.
13.00 Pranzo.
15.00 Maria Grazia Iodice (Università di Roma “La Sapienza”): Ovidio e la poesia.
16.00 Paolo Isotta (Storico della musica): La dotta lira. Ovidio e la musica.
17.00 Concerto del coro Tyrtarion.

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria
all’indirizzo convegni@vivariumnovum.net

Post successivo