Christiana Clio

Storiografia ecclesiastica dall’antichità alle soglie dell’età moderna

Il convegno, organizzato dall’Accademia Vivarium novum nella sede di Villa Falconieri, riguarda la storiografia ecclesiastica, superando la tradizionale prospettiva incentrata soltanto sulla lingua greca e latina e s’apre pertanto alle realtà tutte dell’oriente cristiano. Ogni specialista offre un panorama di fonti, personaggi e documenti storiografici utili per avviare lo studio relativamente al suo campo d’indagine, ma anche per individuare collegamenti e tradizioni comuni. Alla fine un volume raccoglierà i contributi, mettendo a disposizione di studenti e studiosi un utile manuale. La seconda parte riguarda le origini della moderna storiografia ecclesiastica tra la Riforma e l’opera del Baronio, scritta, tra l’altro, a pochi passi dalla Villa che ospita i lavori. Non mancano aggiornate riflessioni sui lavori di storiografia ecclesiastica in Italia. Ci fa piacere ricordare che proprio presso la sede del convegno, nelle sale della Villa Falconieri, il grande storico del cristianesimo antico Adolf von Harnack ha trascorso un operoso soggiorno di studio.

Programma

Venerdì 25 novembre

  • 9.30 Saluti inaugurali:
    • Luigi Miraglia (Accademia Vivarium novum)
    • Claudio Moreschini (Centro Genesis)
    • Adriano Rossi (Associazione Internazionale di Studi sul Mediterraneo e l’Oriente)
    • Roberto Tottoli (Università di Napoli “L’Orientale”)

Prima parte: Storici e materiale storiografico nelle principali lingue del cristianesimo antico

Presidenza: Prof. Gaetano Lettieri (Università di Roma “La Sapienza”)

  • 10.30 Giancarlo Rinaldi (Università di Napoli “l’Orientale” e Accademia Vivarium novum): La storiografia degli antichi cristiani in lingua greca.
  • 11.10 Claudio Moreschini (Università di Pisa): La difficile strada verso una storiografia cristiana in lingua latina.
  • 11.50 Rinfresco
  • 12.10 Marianna Mazzola (Università Ludwig Maximilian di Monaco di Baviera): La storiografia degli antichi cristiani in lingua greca siriaca.
  • 12.50 Alberto Camplani (Università di Roma “La Sapienza”): La storiografia degli antichi cristiani in lingua copta.
  • 13.30 Pranzo
  • 15.00 Gianfranco Lusini (Università di Napoli “L’Orientale”): La storiografia degli antichi cristiani in lingua etiopica.
  • 15.40 Alessandro Bausi (Università di Amburgo): Una recente scoperta: la Storia dell’episcopato di Alessandria.
  • 16.20 Bartolomeo Pirone (Università di Napoli “L’Orientale”): La storiografia degli antichi cristiani in lingua araba.
  • 17.00 Rinfresco
  • 17.20 Riccardo Pane (Università di Bologna): La storiografia degli antichi cristiani in lingua armena.
  • 18.00 Gaga Shurgaia (Università di Napoli “L’Orientale”): La storiografia degli antichi cristiani in lingua georgiana.
  • 18.40 Chiara Barbati (Università di Pisa): Sul ruolo del mediopersiano e del sogdiano nella storia del cristianesimo centroasiatico.
  • 19.20 Matteo Nicolini Zani (Comunità di Bose): La stele di Xi'an (781): il primo testo storiografico cristiano in lingua cinese.
  • 20.30 Concerto del coro Tyrtarion dell’Accademia Vivarium novum.
  • 21.00 Cena

Sabato 26 novembre

Seconda parte: L’età moderna. Tra Riforma e Controriforma

Presidenza: Prof. Tiziana Provvidera (University College London e Accademia Vivarium novum)

  • 9.30 Lothar Vogel (Facoltà Valdese di Teologia): I centuriatori di Magdeburgo.
  • 10.10 Gian Marco Giuliani (Università di Pisa): Baronio e i protestanti.
  • 10.50 Mario Mazza (Accademia dei Lincei): La storiografia ecclesiastica tra Cesare Baronio e Louis – Sébastien Lenain De Tillemont.
  • 11.30 Rinfresco
  • 11.50 Stefano Cavallotto (Università di Roma “Tor Vergata”): Paolo Sarpi nell’agone della storiografia ecclesiastica del ‘600.
  • 12.30 Angelo di Berardino (Istituto Patristico Augustinianum): Gli studi di storiografia ecclesiastica all’Augustinianum.
  • 13.20 Pranzo
  • 14.50 Emanuela Prinzivalli (Università di Roma “La Sapienza”): La storiografia italiana recente sul cristianesimo antico.
  • 15.30 Giancarlo Rinaldi (Università di Napoli “L’Orientale” e Accademia Vivarium novum): Conclusioni.

Modalità di partecipazione

Borse di studio

L’Accademia Vivarium novum mette a disposizione per la partecipazione al convegno 25 borse di formazione che coprono i costi delle lezioni, dei seminari, delle attività culturali connesse e le spese di vitto e alloggio presso le strutture del Campus.

Le borse sono riservate ai giovani degli ultimi due anni dei licei, studenti universitari, laureati e docenti d’ogni ordine e grado. La borsa prevede l’obbligo di residenza e di frequenza del corso e la presentazione d’una relazione finale (max 25.000 battute) da consegnare entro il 10 gennaio 2023. All’atto del ricevimento della relazione verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

Si richiede che l’arrivo avvenga la sera di giovedì 24 novembre (o, al più tardi, alle ore 9.30 del 25 entro l’inizio dei lavori, e la partenza il giorno successivo, sabato, non prima della chiusura dei lavori.

Le domande di fruizione della borsa di studio, corredate dai moduli allegati dovutamente compilati e firmati (modulo d'iscrizione, regolamenti), d'una lettera di motivazione, d'un curriculum essenziale e da foto del documento d’identità, dovranno pervenire entro il giorno 15 ottobre 2022 al seguente indirizzo: convegni@vivariumnovum.net.

Partecipazione libera

Si può anche partecipare al convegno senza la borsa di studio prenotando gratuitamente un posto all'indirizzo convegni@vivariumnovum.net e precisando a quali conferenze s'intende assistere.

Enti promotori

Accademia Vivarium novum

Ismeo

Università di Napoli “L'Orientale”

Centro Genesis

Previous Post