Linguae Graecae rudimenta

Corso elementare di lingua greca

(le lezioni sono tenute da Gerardo Guzmán)

Come ha ben scritto l’umanista Sebald Heyden “chi non conosce la lingua e la letteratura greca unitamente a quella latina, non può essere definito colto.” Quindi in queste lezioni si cerca che gli studenti che non conoscono il greco imparino le nozioni di base direttamente in lingua greca e la esercitino oralmente e con la lettura di testi. Cosicché, dopo aver conseguito una solida conoscenza delle nozioni di base, entro un anno saranno in grado di leggere e comprendere scritti in prosa attica. Poiché la lingua e la letteratura greca non riguardano soltanto l'antichità classica, si proporrà anche la lettura di testi di epoche posteriori nella lingua che si definisce κοινῇ (comune), in tal modo gli studenti, impadronitisi delle conoscenze di base, a poco a poco saranno in grado di esprimere anche le proprie idee e i propri sentimenti, in forma corretta e senza incertezze.

Δίδαγμα τοῖς νεωτέροις τῆς Ἑλληνικῆς γλώττης μαθηταῖς

Ὥσπερ ὀρθῶς Σεβάλδος Ἕϋδην λέγει, ὅς μὴ Ῥωμαικοῖς Ἑλληνικὰ γράμματα ζεύγει, οὐ δύναται συνετοῦ τοὔνομα ἀνδρὸς ἔχειν∙ διὰ τοῦτο οὖν οἱ μαθηταὶ οἱ τὴν τῶν Ἑλλήνων γλώττην οὐκ εἰδότες τὰ πρῶτα στοιχεῖα γνώσονται διὰ τὴν αὐτὴν φωνὴν καὶ τὰ γράμματα αὐτά, ἵνα, βεβαίαν τῆς Ἑλληνικῆς διαλέκτου γνῶσιν κτησάμενοι, διεληλυθότος ἔτους ἑνός, καταλαβεῖν τὰ παρὰ τοῖς συγγραφεῦσιν οἷοί τ΄ ὦσιν, καὶ δὴ μάλιστα τὰ Ἀττικιστὶ γεγραμμένα. Τῶν δὲ Ἑλληνικῶν γραμμάτων οὐ μόνον πρὸς τὰ κατὰ Περικλῆ ὄντων, γραφαὶ ἐξ ἑπομένων αἰώνων καὶ τῇ κοινῇ διαλέκτῳ παρασχήσονται τοῖς μαθηταῖς ἤδη συνιέναι ἱκανοῖς ὅπως καὶ τὰ ἑαυτῶν εὖ τε καὶ ἀναμφισβητήτως φράζειν δυνήσωνται.

Testi

M. Balme, T. Borri, G. Lawall, L. Miraglia, Athenaze, introduzione al greco antico (vol. I et II), Vivarium Novum, Roma 2010; C. Consoli, Meletemata (vol. I et II), Vivarium Novum, Montella 2008; A. Barbone, Ephodion: antologia di autori greci, Vivarium Novum, Roma 2010; I. Posselius Οἰκείων διαλόγων βίβλίον Ἑλληνιστὶ καὶ Ῥωμαιστὶ, Londra, John Macock editore, 1664; Erasmo di Roterodam Apothegmathum libri octo, Amsterdam 1671; F. Vismara, Metodo etimologico-pratico per apprendere il vocabolario greco, Carabba, Lanciano 1921; F. Gregorio Ὀνομαστικὸν Βραχύ, J. Macock editore, Londra 1672; E. Pasetto e R. Cristiano, Athena: Avviamento pratico allo studio dei vocaboli greci, Le Monnier, Firenze 1987; I. Shirleius Εἰσαγωγή, Londra 1656.

Letture di testi

Apollodoro Bibliotheca, ed. R. Wagner, Mythographi Graeci I, Teubner, Leipzig 1894; Anacreonte Odae, ed. J. B. Gail, Parigi 1795; Luciano di Samosata Opera, Graece et Latine, Biponti, 1789.